Senza dubbio il ViViFir è stata una gradita novità.

Ammettiamolo: nel 2021 abbandonare le stampanti ad aghi era un po’ il sogno proibito di tutti i professionisti della filiera del rifiuto, che ancora dovevano combattere con i formulari in modulo continuo e carta copiativa.

Passato l’entusiasmo iniziale, però, hanno cominciato a circolare le prime domande su quella che, in questo settore, è considerata la prima fase verso la definitiva transizione al digitale, dopo la pessima esperienza del SISTRI.

Una delle domande più frequenti che ci vengono rivolte in questi giorni è: “come faccio a controllare la legittimità di un formulario ViViFir?” Prima, documento alla mano, avevamo la vidimazione in bella vista che ci faceva sentire un po’ più tutelati, ma adesso?
Ad aumentare la sensazione di incertezza si aggiunge il fatto che il ViViFir dev’essere prodotto, per legge, solo in due copie originali (destinate a produttore e destinatario) e che agli altri soggetti viene rilasciata una semplice fotocopia.

Leggi: “VIVIFIR: il nuovo formulario si stampa in 2 copie, chi resta senza?”

ViViFir sospetto? Con un QR code in più… abbiamo qualche dubbio in meno!

Più volte vi abbiamo raccontato di quanto siano utili, nella vita di tutti i giorni, i tanto sottovalutati QR code; ebbene eccoli adesso pronti per aiutarci a validare i FIR “virtuali”!

Chiunque, infatti, armato di un cellulare (o di una “pistola” a infrarossi adatta) può in pochi secondi certificare la provenienza del formulario ViViFir che ha in mano.

Con lo smartphone…

Se volete verificare l’autenticità di un formulario vi basta infatti scaricare sul vostro telefono un’applicazione che legga i QR code, inquadrare quello stampato sul formulario e verificare direttamente sul portale del ViViFir la legittimità della vidimazione.

Non avete un lettore di QR sul cellulare? No problem! Scaricate ad esempio quello di Kaspersky, una garanzia quando si parla di sicurezza:

… o con un lettore dedicato

Un’alternativa più professionale è quella di affidarsi a una “pistola” USB. Forse avete letto il nostro articolo che raccontava come i lettori dei codici a barre possono aiutarvi nel lavoro di ogni giorno; bene, adesso avete un motivo in più per acquistarne uno! Un modello che potrebbe fare al caso vostro è questo:

Si tratta di un dispositivo in grado di leggere i codici a barre “normali” (unidimensionali) e anche i QR code: con esso potrete visualizzare le informazioni contenute nel QR comodamente sullo schermo del vostro PC.

Qualche dubbio rimane

Inquadrando il QR code del formulario vidimato virtualmente sapremo:

  • il numero del formulario
  • in quale data il formulario è stato vidimato
  • la ragione sociale di chi ha richiesto la vidimazione

Purtroppo questi controlli non impediscono di utilizzare lo stesso QR code per diversi formulari.
Per capire meglio cosa comporta un errore del genere, basti pensare che è come se con i formulari ordinari si usasse lo stesso FIR per accompagnare viaggi diversi.
In questo momento, probabilmente, questa è la falla più grossa del nuovo sistema ed il motivo per cui, nonostante tutti i controlli che possiamo effettuare, può restare ancora qualche dubbio sulla validità di questo nuovo sistema.

Quindi, come gestire al meglio il ViViFir?

Nonostante i suoi difetti, il ViViFir è il primo passo verso un nuovo sistema, il RENTRI, che porterà finalmente ad un tracciamento dei rifiuti totalmente digitalizzato. Per questa ragione è importante familiarizzare fin d’ora con le nuove procedure e prepararsi ad operare con i nuovi ambienti che lo Stato sta predisponendo in questi mesi.

I professionisti del settore, che emettono decine (se non centinaia, o migliaia) di formulari al mese ed hanno bisogno di controllare costantemente gli adempimenti previsti dalle normative ambientali, meritano strumenti gestionali potenti e pronti a interfacciarsi con i nuovi sistemi.

Se lavori nella filiera del rifiuto il software che fa per te è RES: oltre al collegamento nativo con ViViFir, il nostro applicativo ti offre tutte le funzionalità di cui hai bisogno: formulari tradizionali e vidimati virtualmente, registro di carico e scaricoMUDfatturazionegestione autodemolizioni e tanti altri moduli, nonchè un servizio di supporto clienti di prim’ordine.

Visita la pagina e lasciaci il tuo contatto di lavoro, riceverai tutte le informazioni di cui hai bisogno, senza impegno!